Il crepuscolo del Villaggio Olimpico (al crepuscolo)

DSCF0303 copy

Quando David Copperfield giunse a Stratford – allora alle porte di Londra – con una corriera a cavalli stipata di gente e pochi spiccioli in tasca consegnatigli da Peggotty, trovò un manipolo di mendicanti e truffatori ad aspettarlo. Per la cronaca, fu di fatto derubato di quelle poche guinee che teneva nel borsello proprio alla Public House dove decise di consumare il suo primo pasto da londinese. Stratford rimase lo stesso ‘buco per felloni’ per tutto il 19° e il 20° secolo. Quando la città vinse la gara per l’affidamento della XXXa edizione dei Giochi Olimpici, nel 2002, la storia del quartiere cambiò improvvisamente. Per un moderno David Copperfield come ce ne sono stati molti durante il periodo olimpico che sbarcando dal treno della Jubilee Line percorre le scale che portano alla stazione dei treni ed esce sulla piazza grande ribattezzata The Olympic Roundabout, la visuale è tutta diversa.

Continua a leggere

Annunci

Boris Johnson e le domande dei londinesi

Boriscatolone

La stazione della London Overground di Dalston è ricoperta da opuscoli pieghevoli che recitano la scritta “Want to be an Hipster? Make yourself at home in Hackney!” Si tratta di una serie di consigli che una non-specificata autorità del borough di Hackney e Islington ha raccolto in un vedemecum per aiutare i nuovi hipster della zona a condurre un’esistenza in santa pace: la nuova emergente Londra del nord-est rimane ancora pericolosa, ma sempre più modaiola. Una di queste avvertenze consiglia di seguire l’adesivo col ‘baffo’ che viene esposto dai locali Hypster-friendly di Shoreditch. Una decina di chilometri a est, per la precisione a Stratford, diverse centinaia di persone – tra cui il sottoscritto – aspettano all’esterno della Stratford Old Town Hall, dove Boris Johnson, il sindaco di Londra, sta per parlare alla cittadinanza in occasione del People’s Question Time.

Continua a leggere

Olimpiadi Londra 2012 – Salto in Lungo

Quando il mondo si ferma per i Giochi Olimpici, quest’anno a Londra 2012, io solitamente lo faccio per il salto in lungo maschile. Una disciplina particolarissima, che mette insieme almeno 4 momenti diversi, ciascuno con tecniche particolari. La rincorsa, ad esempio, non può essere ne troppo lunga ne troppo corta, per una lunghezza compresa tra i 30 e i 45 metri, a seconda delle caratteristiche dell’atleta. Dopo la partenza, che può avvenire da fermo o in movimento, i passi devono susseguirsi ad una velocità progressiva per portare il saltatore a staccare dal suolo alla massima velocità possibile, dotandolo della spinta orizzontale necessaria. Lo stacco in se e per se necessita di eccezionali doti di tempismo: gli ultimi tre appoggi devono essere accelerati, come in una sorta di terzo tempo cestistico in campo aperto. Il corpo si piega per dotarsi della spinta propulsiva necessaria, il piede  poggia a terra con tutta la sua superficie entro e non oltre la linea di demarcazione per spingere il corpo il più verticalmente possibile (e non in avanti, poiché l’inerzia è già garantita dalla velocità della corsa). Ed è qui che inizia la fase della poesia, quella del volo.

Continua a leggere

Olimpiadi – Londra 2012 Beach Volley avanti tutta

Greta Cicolari e Marta Mengatti sulla sabbia dell’Horse Guards Parade foto pianetavolley.blogosfere.it

Seconda vittoria delle azzurre in terra britannica. Il duo Cicolari-Meneghetti batte 2-0 le padrone di casa dimostrando grande controllo e grande voglia di vincere.

Nel primo set Marta Meneghetti ha giocato con qualche difficoltà soprattutto in ricezione e qualche errore di troppo in attacco, molto brava Greta Cicolari, gioca con precisione e senza errori e chiude il primo set con un ace in battuta (21 a 18 per le italiane). Greta tra le due è la giocatrice con più esperienza e nel primo set si è visto.
Il secondo set è stato totalmente dominato dalle ragazze italiane (vinto 21-11), sempre molto brava Greta Cicolari in tutti i fondamentali, Marta Meneghetti più precisa rispetto al primo set ed entrambe molto brave in battuta.

Le inglesi non hanno fatto un performance altrettanto buona: in ricezione in entrambi i set sono state molto in difficoltà e anche negli altri fondamentali sono state generalmente molto fallose.

Realizzato con la preziosa collaborazione di Stefania Rolandi.

Olimpiadi – Beach Volley Londra 2012

Persino nei videogiochi le atlete del beach sono sexy! foto snake-fan-solid.deviantart.com

Anche se tutti avrete saputo i risultati e molti giornali di sport vi avranno tenuti più che aggiornati sull’andamento dei match di beach volley degli atleti italiani, eccovi un rapido aggiornamento.

Continua a leggere

Olimpiadi – Beach Volley alias pallavolo sulla spiaggia

Mila! Quanto mi hai fatto sognare?!

Molto spesso quei gruppi di ragazzi che giocano a pallavolo in riva al mare ti irritano perchè non sapendo davvero giocare a questo sport, ti tirano spesso e volentieri la palla bagnata e piena di sassolini salati addosso. Fortunatamente, come ogni sport che si rispetti, a livello professionale il Beach Volley – nella sua bruttissima traduzione italiana pallavolo sulla spiaggia – regala azioni spettacolari.

Continua a leggere

Top 5 – Inaugurazione delle Olimpiadi

La cerimonia di inaugurazione dei Giochi Olimpici è sempre una manifestazione lunga e seguirla fino all’ultimo istante è prova ardua. La sfilata degli atleti è seconda solamente alla parata del 2 giugno a Roma, in termini di inutilità e tedio diffuso tra gli spettatori. Ma tralasciando l’aspetto più istituzionale della manifestazione (di cui comunque non si può fare a meno), la cerimonia di inaugurazione è spesso il momento in cui il paese organizzatore, la nazione che ospita i giochi, mette in mostra agli occhi del mondo la propria cultura e la propria tradizione. Storicamente, solo un’olimpiade è stata pubblicamente censurata dai mezzi di comunicazione, quella di Berlino 1936, dove il nazismo si trasformò in agonismo (ma grazie a Jesse Owens ora possiamo ricordare qualche fardello di umanità in un periodo storico buio triste e vergognoso anche per lo sport).

Continua a leggere