Cosa passa nelle gallerie londinesi – cultural&tasting weekend

DAVID-BATCHELOR(H)-9c65f3e7-c2ce-4b7f-aa21-c494ab6b5b7f-0-605x412Un weekend a Londra, seppur breve, restituisce sempre delle energie.
Se vi piace l’arte e pensate che girare per gallerie e musei sia uno dei tanti modi per conoscere una grande metropoli, bene, eccovi i nostri suggerimenti per non perdervi le cose più interessanti, scartare quello senza il quale si sopravvive alla grande, e sentirvi “fichi” quando si accendono le luci della notte.
Continua a leggere

Frieze Art Fair – Londra al gusto di arte, design e moda

Anche quest’anno ce la siamo tolta. E’ finita da pochi giorni Frieze Art Fair uno degli appuntamenti più chiacchierati e attesi per il mercato artistico contemporaneo. Centinaia di galleristi provenienti da tutto il mondo, collezionisti, studenti, appassionati, curatori, mercanti e molti moltissimi curiosi. Ormai la tipologia del pubblico che popola la fiera londinese, specialmente durante il weekend, è più che aperta a non esperti del settore. Questo è un bene da un lato se non fosse che, vuoi per la crisi vuoi per un momento di grande povertà intellettuale quindi creativa, ciò che si vede spesso è molto al di sotto delle aspettative. Continua a leggere

Fondation Henri Cartier-Bresson – cultura nascosta a Parigi

Forse voi che state leggendo conoscerete Parigi meglio delle vostre tasche. Capita spesso, di visitare città straniere e provare una curiosità spasmodica per loro, molto più che per i luoghi ove abitualmente si vive. Chissà perché poi!
Forse il gusto della novità, della mini vacanza, il sentirsi ancora più europeo solo perchè si sta visitando una capitale dell’Unione; insomma le motivazioni sono svariate e tutte ci dicono in ogni caso che siamo sempre più pigri a casa nostra che oltre il confine. Proprio per questo, durante l’ultimo weekend trascorso nella Ville Lumière, ho voluto ritentare la visita alla Fondation Henri Cartier Bresson, che avevo tentato invano durante l’ultima mia tappa parigina di due anni fa, alla quale non era riuscita ad accedere. All’epoca inaugurava una grande retrospettiva del più noto fotografo reportagista di tutti i tempi, Henri appunto, mentre oggi mi aspettava un fotografo giapponese di tutto rispetto: Yutaka Takanashi.

L’ingresso da una porticina tipicamente francese, anonima e in un vicolo minuscolo

Continua a leggere