Parlami di te – cercasi storie a Cinisello Balsamo

Schermata 2012-12-10 a 11.46.44

Anche se negli ultimi tempi sembra quasi andare di moda autoprodurre manufatti, in particolare libri, penso sia comunque interessante che vi metta al corrente di Parlami di te. Un nuovo progetto realizzato dal Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo e dal Centro Culturale ilPertini, sede della nuova biblioteca civica proprio nel cuore della città. In parallelo all’apertura della mostra dell’artista tedesco Joachim Schmid – il quale si serve delle fotografia degli altri, del mondo, della rete per la sua ricerca – ha inizio un progetto di creazione di libri mediante l’uso di materiali già esistenti: fotografie, cartoline, racconti, immagini di famiglia, ritagli di giornale. In fondo, tutti siamo detentori di una storia. Continua a leggere

Annunci

Baci dalla provincia – arte in cartolina

L’Italia è uno dei paesi più noti al mondo per la propria cultura e la propria arte. Raccontata a parole, immagini, attraverso le sue ricette o i suoi dialetti, è un territorio ricco di icone e immagini simbolo di una cultura millenaria. Quando Luigi Ghirri nel 1984 decise di realizzare il progetto Viaggio in Italia, si era forse stufato di fotografare i soliti soggetti e vedere sempre una sola Italia – perlomeno, sempre un solo volto. Il Bel Paese, possiede una realtà minore, un fascino del discreto e sbiadito che ancora vive ben saldo in certe tradizioni, nei racconti di alcuni vecchietti delle poche borgate rimaste, negli Alpini, nell’arte di certi maestri artigiani, nella pasta al forno di mia nonna Teresa. Così come le immagini di Ghirri e degli altri fotografi coinvolti sono silenziose, un po’ sospese nel tempo e rappresentative di un paesaggio italiano spesso più defilato, provinciale. E’ in questo quotidiano, avvolto in un’atmosfera simile, che Simone Massera ha iniziato il suo progetto, Baci dalla Provincia.

Narrare un luogo: Portobeseno Festival

Forse gli appassionati dei laghi, dell’arrampicata e di tutto ciò che è ordinato, pulito e funzionale, conosceranno il territorio della Vallagarina, in Trentino Alto Adige. Per tutti gli altri mi auguro, dopo aver letto questo articolo, che abbiate trovato un valido motivo per programmare un weekend.

SINERGIE LAGARINE. Un’azione sociale di coesione culturale dove la partecipazione di molte associazioni lagarine ha permesso di realizzare un evento straordinario. http://www.portobeseno.it/sinergielagarine2012.html

Quest’area geografica circonda Rovereto per arrivare a toccare anche la provincia di Verona. Guarda a Nord verso la Val d’Adige mentre a sud sfiora l’ultima punta della pianura Padana, presso la Chiusa di Ceraino. Se vi è capitato di trascorrere alcuni giorni di bianco-sci nelle Dolomiti abbacinanti, ebbene anche se non ve ne siete accorti sull’autostrada del Brennero avete passato i comuni di Ala, Isera, Calliano, Avio o Besenello.
E’ in questa zona, dove forse il tannino del vino o l’aria più pura fanno gli abitanti del luogo gente di ampie vedute, di grande iniziativa e organizzazione, che è nato PORTOBESENO.

Continua a leggere

Apocalypse Versilia – calamari al PVC e soda fritta

Se si percorre l’autostrada della Cisa, si supera Sarzana e ci si lascia Livorno alle spalle, si arriva in prossimità delle sette rose di Rosignano. La prima che si incontra è Castiglioncello, dove la vita sembra andare avanti senza scadenze.
E’ quasi mezzanotte e Ghostbusters è l’unico ancora aperto. Gentilmente, Maurizio ci offre una grappa mentre Francesca passa i pavimenti.  E’ quasi mezzanotte e non c’è anima alcuna in centro così come sul lungomare. Qui, la brezza che prima sentivamo fresca e profumata tra i capelli, diventa un vento di mare, dall’odore misto di roccia, molluschi e iodio. E’ singolare come su questa riva non vi siano grandi lampioni o luci abbaglianti. Con le spalle all’acqua mi guardo dietro e solo il castello balza all’occhio nella vegetazione, dominando il capo. Ecco perché la luna rischiara ogni singolo scoglio, ogni panchina, ogni singolo pino marittimo con la sua luce metallica.

Sullo sfondo, fumano le torri di raffreddamento della Solvay.

Le famose Spiagge Bianche di Rosignano Solvay

Continua a leggere

Zuppa Urban Project – ZUP

Dopo una settimana di break, eccomi di nuovo con voi, per parlarvi di un nuovo progetto scoperto di recente anche dalla sottoscritta e che mi ha subito conquistato. Per me, appassionata di cucina e impegnata a fare e a innescare processi relazionali e partecipativi, è stata un mezza rivelazione..dato che anche io stavo lavorando ad un’idea davvero molto simile in questi giorni. Oggi mettiamo sul banco non solo un progetto ben strutturato, corrdinato con abilità e con le giuste risorse (apparentemente), ma anche un certo contesto e una certa area di ricerca / interesse che meriterebbe maggior attenzione, diffusione e discorsi in merito. Pensando a quanto è importante il cibo per l’uomo e quante e quali forme egli abbia per rapportarsi ad esso, 4 ragazze hanno ideato ZUP, uno Zuppa Urban Project.
Evvai che se magna!

Continua a leggere

Art Around: arte pubblica nel Nord Milano

ART AROUND – IMMAGINI PER LO SPAZIO PUBBLICO
24 aprile – 10 maggio 2012

Oltre alle innumerevoli fabbriche, stabilimenti, laboratori, magazzini e imprese che popolano il territorio delo Nord Milano e si espandono senza pietà fino alla Brianza, questo territorio è in perenne fermento. Le tante e diverse attività culturali che animano il territorio metropolitano del capoluogo lombardo, sono spesso troppo poco conosciute. Vuoi per mancanza di risorse finanziarie, vuoi per la debolezza delle istituzioni coinvolte oltre che per il totale abbandono da parte delle forze politiche. Chi potrebbe e dovrebbe battersi per questi territori è tendenzialmente un abilissimo oratore, incantatore di parole senza riuscire MAI a concludere alcun che. Tuttavia, da parte di chi nella “Milano grande città” ci ha sempre sperato e creduto, non mancano idee, ambizione e voglia di lavorare.

Art Around Immagini per lo spazio pubblico, un articolato progetto promosso dal Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, ne è un esempio calzante.

Continua a leggere

La riscoperta del gioco: Lego Serious Play

«Si può scoprire di più su una persona in un’ora di gioco, che in un anno di conversazione», Platone.

Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo giocato con quei bellissimi mini parallelepipedi di plastica che perfettamente si incastrano l’uno con l’altro. Già, proprio loro: i LEGO!!
E quanto sono buffi gli omini pompieri, poliziotti e astronauti con le divise quasi inamidate e il sorrisetto compiaciuto dipinto sul viso? Inutile negare che dalla creazione dell’azienda danese nel 1932, il mondo e soprattutto l’infanzia di ogni bambino sul pianeta terra sia un cambiata. Anche di poco, ma diversa. Seppur esagerata come affermazione ma giustificata, ritengo che il Lego sia uno dei primi giochi intelligenti, così chiamati, in cui creatività e apprendimento si combinano dando origine ad esperienze ludiche e formative nuove, tanto per i bambini quanto per gli adulti.

Cosa significa LEGO?

lego

I più famosi mattoni del mondo: by Lego.

Continua a leggere