La Musica Così Come La Trovai – Run, Come See Jerusalem

SlaveryIl discorso, in fin dei conti, è molto più semplice di quanto possa sembrare: il blues è una musica ripetitiva, spesso monotona, nella quale spesso ricorrono gli stessi temi, gli stessi giri, le stesse dinamiche. Eppure, paradossalmente, le differenze che possono intercorrere tra un bluesman ed un altro bluesman, sono tra le più variegate e numerose che possiamo trovare sotto il sole. Continua a leggere

Annunci

La Musica Così Come La Trovai – Ramones

Importante, per me, quasi quanto il leone della Fossa.

Importante, per me, quasi quanto il leone della Fossa.

precedentemente apparso qui due anni fa

Proprio stamattina, mentre passeggiavo tutto tranquillo con i nervi ben rilassati dopo una sana ed assai soddisfacente cacata mattutina, mi trovai a dover affrontare un problema con il quale, penso, ognuno di voi che abbia una pur minima competenza musicale, avrà sicuramente fatto i conti innumerevoli volte nel corso della propria vita.
Intendiamoci: credo che avere un i-pod sia una gran cosa, ma ogni tanto succede che di fronte ad una possibilità di scelta così vasta, vasta quanto può essere vasto l’abisso che separa gli AC/DC da Wreckless Eric, ci si trovi quantomeno interdetti e si provi un senso di inesplicabile fatica al solo pensiero di dover optare per uno degli artisti compresi all’interno di questa smisurata libreria. Insomma, non è come andare in pizzeria. Quando vado in pizzeria, so benissimo che al massimo dovrò scegliere tra due o tre tipi di pizza. Il discorso I-pod è estremamente più complicato.

Continua a leggere

La Musica Così Come La Trovai – Il Nuovo Singolo di Bowie

Più che David Bowie sembra Darth Vader senza maschera. Che amarezza di video.

Più che David Bowie sembra Darth Vader senza maschera. Che amarezza di video.

Il motivo per il quale, generalmente, non parlo di musica o di autori che mi fanno cagare è questo: considero come migliore indicatore dell’intelligenza di una data persona, l’intensità e l’efficacia con le quali questa persona riesce a mettersi nei panni di un’altra persona (la chiamerei Scala Indicativa della Coda al Supermarket: meglio tratti la cassiera, più in alto stai, in poche parole. Meglio conosciuta, questa scala, come coefficiente di Salvor Hardin. Più ti allontani da un comportamento violento, più acquisti ragionevolezza: proprio come i punti esselunga), o gruppo di persone. I critici cui siamo abituati tendono ad abitare gli scalini più infimi di questa scala empatica, perché il loro cervello, credo io (ma non solo io), non è abbastanza sviluppato da potersi immedesimare nel lavoro di un’altra persona, o nei gusti di un gruppo di persone. Queste persone sono scientificamente catalogate come deficienti.

Continua a leggere

La Musica Così Come La Trovai – Carl Perkins

Brutto era brutto. Su questo non si discute

Brutto era brutto. Su questo non si discute

Memphis, Tennessee. Metà degli anni cinquanta. Un tizio di nome Sam Phillips ha un’etichetta discografica. La sua etichetta discografica si chiama Sun Records. I suoi artisti di punta si chiamano Elvis Presley (che in questo pezzo farò finta di odiare per darmi un tono), Roy Orbison (la voce degli dèi), Johnny Cash (un sosia di Franco Oppini molto più dotato di Franco Oppini. Quel Franco Oppini che ha avuto, nella vita, l’unico, ma grandissimo, merito di farsi la Parietti), Jerry Lee Lewis (il cantante preferito di Maverick di Top Gun), e il protagonista della nostra storia di oggi: Carl Perkins, l’anello mancante, colui che ha riportato equilibrio nella forza. Continua a leggere

La Musica Così Come La Trovai – I’ve Been Everywhere

johnny cash june carterCi si potrebbe interrogare, anzi, vi invito caldamente a farlo, sulla opportunità di accostare due figure appartenenti a mondi tanto diversi come Mallarmé e il buon Johnny Cash. Il fatto è che mi voglio concentrare su due frasi, che io assoccio irrimediabilmente ai due autori, che ad una prima lettura possono apparire come molto simili: J’ai lu tous les livres, dice il poeta francese; I’ve been everywhere, afferma il cantante americano. Devo subito precisare che laddove il poeta francese detiene la paternità della sua frase (fa infatti parte del primo verso di “Brise Marine”), altrettanto non si può dire del cantante americano, in quanto la frase in questione appartiene ad una canzone di un’altra persona che lui ha semplicemente riproposto. Continua a leggere

La Musica Così Come La Trovai: Orrori Musicali

ti odio

ti odio

Pubblico qua di seguito una lista di orrori musicali. Di cose che non sopporto. Di cose che eliminerei dal mondo. Cose che mi ribaltano lo stomaco e mi gettano nella più nera disperazione. Se non siete d’accordo, tanto peggio per voi.  Continua a leggere

La Musica Così Come La Trovai – Bury Me Not On The Lone Prairie

 JohnnyCashPremessa: non sono credente, nel senso che non credo in nessuna religione rivelata, nel senso che non credo in nessun Deus. Non sono nemmeno ateo, perché la stessa definizione di ateo ha bisogno, come contraltare, di quel Deus in cui non credo. Non direi nemmeno di essere agnostico, perché un semplice “non lo so” non aiuta a spiegare il mio atteggiamento nei riguardi della deitas, o del mistico, perché comunque trovo convincenti, in questo senso, cose come i tramonti, il Peloponneso, le belle donne, il vino rosso, la Birra Moretti, Franco Baresi, Johnny Cash, e diversi passi di tutti i testi sacri della storia dell’uomo, dai Veda al Sutra del Diamante, dalla proto ermeneutica dei due ladroni del Vangelo secondo Luca ai dubbi risolti in fede della Baghavad Gita. Bene, possiamo proseguire senza che mi si dia del clericale (il mio idolo di quando avevo nove anni era Garibaldi. Il mio idolo di quando avevo dieci anni era Napoleone. Il mio idolo di quando ne avevo quindici era Bukowski. Voglio dire, non scherziamo.).

Continua a leggere