TOP 5 – Propaganda elettorale televisiva

Fantozzi politica

Ringrazio (di esistere) innanzitutto il sito-archivio www.archivispotpolitici.it, del quale mi sono avvalso per creare questa TOP 5 e che, con il cuore in mano, vi invito a visitare nei vostri pomeriggi di noia e/o durante le notti di insonnia. Gli spot che ho scelto sono stati selezionati tra quelli che sono riuscito a vedere (cioè praticamente tutti causa recenti pomeriggi di noia e notti insonni) e il criterio di selezione è stato uno solo, cioè l’involontaria ilarità che certa retorica stimola in me, soprattutto se osservata con il famoso senno di poi.

Giuro che ero partito con l’idea di rispettare la par condicio, ma, dato il materiale, non mi è proprio stato possibile.

QUINTO POSTO: Bettino Craxi (Partito Socialista Italiano), 1983.

craxiMinimal, modello base; sono passati trent’anni. Un omicida entrato in prigione nell’anno in cui è stato girato questo spot, se uscisse oggi, penserebbe di non essersi perso molto: debiti, inflazione, e disoccupazione sono i temi portanti della campagna elettorale. Oltretutto, sapendo che -secondo la massima de tra i due litiganti il terzo governa- l’omino di quella pubblicità diventò effettivamente Primo Ministro a quelle elezioni (raddoppiando i debiti), cosa penserebbe il nostro amico dalla pistola più veloce del West?
Tra l’altro: ma che cazzo è «l’ottimismo della volontà»?

http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=75

QUARTO POSTO: Roberto Formigoni (Popolo delle Libertà), 2010.

Al quarto posto un musical che ha come protagonista il più bello della Lombardia.
«Tu sogno che protegge dalle nubi, tu la nostra rete di oggi e di domani». Maria Maddalena ha già buttato il sale grosso nell’acqua per il pediluvio.

http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=331

TERZO POSTO: Gianfranco Fini (Movimento Sociale Italiano), 1992.

Secco, conciso, dritto al cuore. In pochi secondi, riassunto il principio chiave di quello che fu la destra sociale. Una certezza.

http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=37

SECONDO POSTO: Daniela Santanché (La Destra), 2008.

Questi sono due, perché non sono stato in grado di scegliere. Il primo spot è semplice e tamarro (del resto l’obiettivo erano i Gabber sotto il McDonald’s di Corso Vittorio Emanuele) e i punti saldi sono il Papa e i Carabinieri. Il secondo è praticamente un piccolo cortometraggio francese post-truffaultiano. Brividi.

Ecco il primo: http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=377

E anche il secondo: http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=367

PRIMO POSTO: Silvio Berlusconi (Forza Italia), 1994 e 1995.

berlusconi miracolo

So che nessuno di voi aveva dubbi sulla prima posizione, perché qui abbiamo a che fare con un genio assoluto. Per essere corretto avrei dovuto metterli tutti, per lo meno quelli del 1994, ma ne ho scelti due (con grande difficoltà).

Questa è forse la migliore in assoluto dal punto di vista tecnico della comunicazione:
http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=295

Questo, invece, non è bellissimo in sé, ma al minuto 00.35 c’è la frase migliore della storia della televisione (notare il sorrisino che segue a ruota la frase in questione): http://www.archivispotpolitici.it/dettaglio.spot.php?idspot=131

Annunci

One thought on “TOP 5 – Propaganda elettorale televisiva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...