Film Molto Belli – Skyfall (James Bond)

Cazzo ti Guardi?

Scrivere questo pezzo sarà un’impresa. Skyfall è così ricco, intenso, che anche la descrizione di una singola scena potrebbe rovinarvi la visione. “No, no, non posso dirti niente. Devi andare a vederlo”.  Questa è la mia risposta a chi mi chiede qualcosa del film.

Ma sono sicuro che voi non vi accontenterete di una risposta così striminzita, e che vorrete leggere quanto ho da dirvi, ben sapendo che mai mi permetterei di rovinarvi la visione.

 Il personaggio: Sono convinto che Daniel Craig passerà alla storia come l’uomo che ha reinventato James Bond. Nei panni della spia britannica per la terza volta, il Bond Biondo prosegue nell’approfondimento di un carattere che con Pierce “Ridge Di Beautiful Porno Attore Anni ’80” Brosnan rischiava di diventare ripetitivo, se non noioso. Il James Bond targato Craig è un Bond in crisi, stanco, disilluso, sempre sull’orlo di un baratro. Sia Casino Royale che Quantum of Solace avevano mostrato questo agente 007. In Skyfall l’opera viene completata, e il personaggio può tranquillamente incamminarsi in questo nuovo decennio senza risultare anacronistico. So che a molti non piace Craig. Questi molti dovranno necessariamente ricredersi dopo aver visto Skyfall. I paragoni con Sean Connery sono inutili e anche abbastanza stupidi. Sono due attori diversi che interpretano due personaggi profondamente diversi. Craig è, anzi, l’unico Bond che ha avuto modo di interpretare il personaggio in libertà, senza dovere in qualche modo essere l’imitazione di Connery. Introspettivo, debole, insicuro, alcolizzato, farmacodipendente: what a drag it is getting old. Daniel Craig è il miglior Bond, il Bond giusto per i nostri tempi. Un tipo come il Bond di Connery lo appenderesti al muro se fosse in coda con te al supermarket.

 La Storia: Non anticiperò nulla. Vi basti sapere che si tratta di un film per veri appassionati. La quadratura del cerchio. Probabilmente il miglior film della serie.

 Gli Attori: Di Craig ho già parlato, ora vi parlerò degli altri attori. Javier Bardem (Non è un Paese per Vecchi) è il miglior cattivo della storia dei James Bond: un personaggio meraviglioso, quello che James Bond sarebbe potuto diventare. Bérénice Marlohe è fantastica, ha un modo di sorridere che ricorda la Cardinale, quel modo di sorridere che fa scomparire il resto del mondo, quel modo di sorridere che parla di vasche da bagno, marmi, morbide vestaglie, un certo quantitativo di oppio. Naomie Harris è Eve, sulla quale non posso dire quasi niente: è molto più di una Bondgirl, molto, molto di più. Ben Whishaw è il nuovo Q, ed è anche il primo Hipster ad apparire nella serie. Ralph Fiennes (Il Paziente Inglese) è superlativo, e il suo personaggio contribuirà a farvi uscire dal cinema appagati, convinti di aver capito tutto.

 Parliamo di Cinema: Sam Mendes alla regia e Roger Deakins alla fotografia. Non ho paura di dire che i due riescono a sfornare un capolavoro, cimentandosi in un genere assai lontano da quelli che di solito frequentano. Il regista di American Beauty, e il direttore della fotografia di quasi tutti i film dei Coen, riescono a far diventare un film d’azione qualcosa di elegante, poetico, meraviglioso. Danno il meglio di loro nelle scene girate in Cina e nelle scene interne. Movimenti della macchina perfetti, scelta delle luci e dei colori impeccabile. Già dai titoli di testa, abissali, si capisce che quello che si vedrà è un autentico capolavoro, con buona pace degli snob di tutto il mondo. Secondo me, che sono un eretico e considero miglior film della storia Some Like It Hot, sono entrambi da Oscar.

 I Gadget di Q: pochi, pochissimi, essenziali, da austerity.

 Le Automobili: ne vengono distrutte parecchie. Poi compare LEI e il mondo inizia a profumare di borotalco. Che palle, non vi posso dire di che macchina si tratta. Ma se siete cresciuti a pane e Bond, lo avrete senz’altro capito.

 Andate a vedere il film, andate al cinema, merita i vostri soldi e tutta la vostra attenzione. Non guardatelo in streaming, fatevi un favore, non fatevi del male.

Annunci

4 thoughts on “Film Molto Belli – Skyfall (James Bond)

  1. L’ho trovato un film tutto sommato sufficiente.
    Primo tempo rivedibile, oltre 60 minuti con davvero poca carne al fuoco.
    Secondo tempo divertente e avvincente. Ottimamente caratterizzato il nemico.
    Bérénice Marlohe bellissima, ma personaggio per nulla approfondito.
    “Ralph Fiennes è superlativo, e il suo personaggio contribuirà a farvi uscire dal cinema appagati, convinti di aver capito tutto”.
    Non credo che si sia visto lo stesso film allora….la sua partecipazione ha una logica esclusivamente se si ragiona sui prossimi episodi, dove il suo personaggio avrà un ruolo quasi centrale.
    Ma in questo, la sua partecipazione è ai limiti dell’inutile.

    Film carino: effetti straordinari, attori di grande caratura, sceneggiatura a tratti scadente, che fa precipitare il voto finale.
    6,5

    • A me l’interpretazione di Fiennes è piaciuta molto, e credo che il suo personaggio sia molto importante, non direi al limite dell’inutile. anche solo per il suo cambio di atteggiamento nei confronti di Bond. Bérénice la vediamo pochissimo, è vero. Comunque, liberissimo di non esser d’accordo con me. A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...