Top5 – Proverbi Erotici Lombardi

Piero Chiara. 1913/1986

Piero Chiara è da tempo uno dei miei scrittori preferiti. Il suo lavoro è apprezzabile per svariati motivi: il modo in cui descrive la vita della provincia lombarda sotto il fascismo, la grande abilità con la quale racconta vite profondamente storicizzate, profondamente radicate in un contesto, quasi che fosse quello stesso contesto a raccontarle e a donarle alla posterità. Altro grande merito del luinese è stato quello di lavorare per la conservazione e la diffusione della tradizione dialettale lombarda. I cinque proverbi erotici che seleziono oggi fanno parte di un libricino composto ed annotato da Chiara nel 1962 e oggi edito da ES. Dove presenti userò per la spiegazione le note dello stesso Chiara.

QUINTA POSIZIONE: Tira pusée un pel de figa che tri para de boeù. 

<<Niente ha più forza della seduzione femminile>>, ci spiega Chiara, per introdurci all’interpretazione di questo conosciutissimo e usatissimo proverbio. Usato molto spesso per commentare le assenze o i comportamenti stravaganti di amici che da poco si sono invaghiti di qualche ragazza.

QUARTA POSIZIONE: Facia smorta, figa forta.

<<Le donne pallide>>, ci informa Chiara, <<Sono spesso le più resistenti alle fatiche amorose, per una loro particolare riposatezza del sangue o per qualunque altra misteriosa rispondenza o contrasto fra l’aspetto esterno e la carica interiore>>. Quindi, per dirla al bar, <<Dai retta a me, quella ti massacra.>>.

TERZA POSIZIONE: Fin ai dés el crèss de pés. Dai dés ai vint el tira per istint. Dai vint ai trenta el tira ch’l spaventa. Dai trenta ai quaranta el tira che l’incanta. Dai quaranta ai sessanta el tira ma el s’incanta. Dai sessanta in sù el fa la guardia al bus del cuu. 

In questo proverbio si descrive il ciclo biologico del membro maschile nell’era pre-viagra.

SECONDA POSIZIONE: Mej mangià una torta in duu che una merda in de per luu.

Insomma, mica puoi pretendere che una donna bellissima ti sia sempre fedele.

PRIMA POSIZIONE: Chi fa i pètt in del ciulà l’è mej ch’el vaga a cagà.

Chi corre cagando, dice un proverbio emiliano, si smerda le caviglie. Far due cose insieme non va mai bene.

Annunci

One thought on “Top5 – Proverbi Erotici Lombardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...