C’erano una volta i nerd – Nerd, prima si nasce, poi si diventa.

Articolo di Stanley Ipkiss.

 

Sinclair ZX Spectrum.

Nerd, prima si nasce, poi si diventa.

Uno dei primi ricordi che ho, oltre a quello di farmela addosso (sia una si l’altra) e provare una gioia immensa nel farlo, è mio padre che mi piazza davanti a un TV a tubo catodico con collegato uno SPECTRUM. Cos’è? Sostanzialmente un computer con un processore più scarso delle calcolatrici odierne, una RAM da 16 Kb, e una ROM da altrettanti. Hard disk, floppy, CD? No, nulla di questo genere. Nessuna connessione a Internet, che sarebbe nato tra circa 4 anni a livello sperimentale e tra altri 4 circa sarebbe entrato nelle case della gente a livello più o meno globale. Però quella ranocchia che cercava di non farsi spiaccicare dalle macchine (Frogger), quelle due barrette che si scambiano un disco (Pong) e quella testa gialla che si pappava tante belle caramelle, rincorsa dai fantasmi (Pac-Man) non li dimenticherò mai!

I giochi in strada o in cortile, di solito pericolosissimi, che non ci venivano concessi dalla pioggia incessante dell’est, erano rimpiazzati da sfide infinite tra me e i miei amici. Tornei che non potevano essere interrotti da nulla al mondo!

E’ interessante notare come ai tempi il consumatore medio non potesse fare granché con il PC che si comprava, se non fare felice il proprio bambino e i suoi amichetti con qualche videogame con una grafica basilare, ma una giocabilità pazzesca ancora oggi! Provate a iniziare a giocare a Frogger e, se non avete nulla da fare tutto il giorno (e spero per voi non sia così), non riuscirete a staccarvi dallo schermo.

In effetti i primi PC non erano proprio degli strumenti così utili dal punto di vista lavorativo. Certo, editor di testo ce n’erano, anche qualche primitivo foglio elettronico (l’Excel di oggi), ma nulla di troppo produttivo. Ci mettevi un mesetto almeno a imparare i comandi da digitare e come il programma lavorava. Ai tempi infatti eri tu a dover imparare il funzionamento di un programma, non lui a essere facile da usare. Quindi, a meno che non si fosse obbligati per motivi lavorativi a farne uso, non si investiva in una cosa del genere.

SPECTRUM e COMODORE necessitavano entrambi di un collegamento al TV per funzionare, l’alternativa era un IBM, ma la spesa diventava non indifferente. Oppure… uno dei PC della Apple, una spesa ancora più proibitiva già allora.

Mi ricordo che compivo cinque anni e mio padre, sempre lui, aveva collegato lo SPECTRUM a un TV in bianco e nero, di quelli “portatili” e aveva scritto in BASIC un programmino che disegnava una faccina tipo smiley con una scritta che scorreva nella parte superiore dello schermo e diceva: “Oggi è il compleanno di Stanley! Auguri dal tuo computer di casa!”.

Mio padre era architetto, quindi immagino ci abbia messo un po’ a fare quel programma semplicissimo che in effetti non faceva nulla, ma ai tempi quanta gente era capace di fare dei programmi veramente utili? Pochi, pochissimi, solo i primi veri Nerd. quelli che principalmente ne sapevano di elettronica e poi si sono appassionati all’informatica vera e propria. Gli utenti comuni avevano a disposizione il BASIC, un linguaggio nato intorno alla prima metà degli anni sessanta, ma la versione che era sopportata da questi primi PC era quello sviluppato da un certo Bill Gates insieme a Paul Allen e Monte Davidoff. Quel linguaggio che tanto è stato criticato perché generava lo “spaghetti-code”, ma che ha permesso ai primi utenti privati di diventare i pionieri del vero e proprio PC.

Ah dimenticavo, il mouse? C’era, ma solo su PC Apple…

Ah gli anni ottanta, che bei tempi! Certo che nemmeno i novanta non sono male. Mi ricordo che i giochi delle prime console, che avevano una potenza simile allo SPECTRUM non erano male, anzi, molto meglio dal punto di vista grafico e non solo! Ma questa è un’altra storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...