Film Molto Brutti: Love & Secrets, Andrew Jarecki (recensione)

Se un film esce al cinema in cospicuo ritardo ci sono due possibilità: o è l’esordio di David Lynch, che ha fatto fatica a raccogliere i soldi per finirlo, oppure è semplicemente molto brutto. Love & Secrets, salvo improbabili pseudonimi, non è di David Lynch. Mi piace immaginare i produttori che vedono il risultato finale e si mettono a piangere. Li vedo mentre prendono Jarecki e lo mettono al muro, accusandolo (giustamente) di aver girato un thriller da terza serata di 7 Gold nonostante la presenza di Ryan Gosling e Kirsten Dunst, già avviati verso un roseo futuro a Hollywood. Infatti lui diventa famosissimo dopo Le Idi di Marzo e Drive, e lei vince la Palma d’Oro per aver fatto pipì in giardino in Melancholia, agli ordini di Lars Von Trier. A questo punto i ragazzi decidono di recuperare qualche soldino, sapendo che i Biglia sparsi per il mondo non rinuncerebbero mai a un film con un’accoppiata del genere, e con due anni di ritardo lo distribuiscono.

“Ryan, fammi un sorriso.” “Ok!” “Grazie.”

L&S è ispirato al processo Durst, un grosso palazzinaro di New York che qualche anno fa ha dovuto rispondere in tribunale di due omicidi e, soprattutto, della sparizione della moglie. Vediamo quindi Durst (il nome è stato cambiato in David Marks) da giovane, nel giorno in cui incontra Katie. I due si innamorano, si sposano contro il volere del padre di lui e vanno a vivere nel Vermont, in mezzo alla natura. Lo spietato genitore, tuttavia, costringe David a tornare in città per seguire il business di famiglia e lui comincia a dare segni di squilibrio. Parla da solo, picchia la moglie, ha mostruosi attacchi d’ira anche se si fa le canne. A un certo punto la moglie scompare, lui fugge travestito da donna e convince un vicino a uccidere un’amica, probabilmente coinvolta nella sparizione. Poi uccide il vicino, ma il giudice è clemente perché è legittima difesa. Niente allarme spoiler, chi legge NON andrà a vedere il film.

Kirsten Dunst a un certo punto fa vedere le tette. Di nuovo.

Ora, ci sono diversi problemi. In primis, la coppia non funziona. Due attori bravi ma male assortiti, con Gosling completamente fuori ruolo. Il ragazzo non è un campione di espressività. Il passaggio dalla commedia romantica al thriller dovrebbe essere marcato da un episodio ben preciso, ovvero lui che comincia a parlare da solo in macchina mentre lei dorme. Immagino che il nostro si sia applicato parecchio, ma la faccia da matto proprio non gli viene. Ha semplicemente la faccia da Ryan Gosling, la stessa di quando fa la spesa, l’amore, le rapine. Un Edward Norton in salsa Schegge di Paura non avrebbe guastato.

Sceneggiatura e regia sono un disastro. I movimenti della telecamera ricordano Baywatch. Ogni spettatore si trasforma in indovino: inquadrano il cane e sappiamo che lui lo ucciderà, si vede una macchina e capiamo subito che c’è un cadavere, anche senza lo zoom e l’espressione del padre. Echi di Hereafter, in cui è lapalissiano che il gemello intelligente è destinato a morte certa, ma non solo: è palese che incontrerà dei teppisti, finirà sotto una macchina e il gemello mammoletta si metterà il suo cappello, salvo poi toglierselo dopo che lui glielo chiederà dall’aldilà. Shazam.

Altre recriminazioni in pillole: la bruttezza di David invecchiato artificialmente. I titoli di testa con scene di infanzia felice e musiche gioiose. Lui che verso la fine ha dei flashback coi bei momenti passati insieme alla moglie. Buona parte dei dialoghi. Le scritte in sovrimpressione in inglese con voce fuoricampo che traduce in italiano. Il titolo. La faccia di Frank Langella e la scena in cui gli viene un coccolone vedendo un servizio sul figlio ricercato. I nomi taroccati anche se sappiamo quelli veri. A posto così.

Graziano Biglia

Annunci

2 thoughts on “Film Molto Brutti: Love & Secrets, Andrew Jarecki (recensione)

  1. Le scritte in inglese con vocefuori campo che le le traduce in italiano?! Non ci posso credere, come in Bugs Bunny…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...