Decompression Gathering Summer Camp – by Radical Intention

Oggi ci teniamo a segnalarvi una tra le tante iniziative di Radical Intention, un colletivo aperto nato a Milano dall’artista Maria Pecchioli e alla curatrice Aria Spinelli. e attivo dal 2009. Il termine radicale è stato scelto perchè parte di un tema, di qualcosa di nuovo e capace di innescare cambiamenti profondi a livello sociale e quanto politico. Ma non solo. Il collettivo mette in moto strategie di ricerca alternative focalizzandosi sull’affinità tra pratica politico sociale e pratica artistica: l’esempio più interessante in questo senso è il progetto Milano Radicale, iniziato nel 2011, che parte dall’analisi del concetto di radicalismo e su una sua possibile contestualizzazione nella produzione artistica contemporanea milanese.

Il logo del progetto Milano Radicale promosso da Radical Intention

Oggi vi segnaliamo una open call per operatori cultruali ovvero artisti, fotografi, studiosi, finti intellettuali, veri intellettuali, radical – magari non radical chic – pensatori indipendenti, scrittori…insomma tutti quelli  che sentono di avere qualcosa da dire e da condividere stando una settimana ospitati presso il Corniolo Art Platform.

Eccovi, paro paro, la loro newsletter.

Workshop-Residenza estiva per operatori culturali, Corniolo Art Platform, Vallata del Mugello 25 – 31 Agosto 2012 / deadline 30 giugno 2012

Progetto a cura di Valerio Del Baglivo e Radical Intention
In collaborazione con Associazione Culturale Fosca e Fare con il patrocinio del Comune di Borgo San lorenzo.

Hai passato un’estate meravigliosa e non ti senti pronto a ricominciare la tua attività lavorativa? O hai passato l’intera estate a lavorare e hai bisogno di un break? Nella cornice di una splendida Villa Medicea immersa nel territorio del Mugello, il curatore Valerio Del Baglivo e il collettivo milanese Radical Intention danno vita al primo Decompression Gathering Summer Camp: una settimana di decompressione, vita comune e lavoro di gruppo alla conclusione dell’estate e prima dell’inizio dell’attività lavorativa invernale.

Decompression Gathering Summer Camp si propone come momento di pausa riflessiva prima dell’inizio dell’anno lavorativo con l’intento di ripensare le tradizionali forme di residenza artistica e workshop e i conseguenti processi di produzione e trasmissione della conoscenza che in essi si determinano. In contrasto con le politiche neoliberiste attuali che sembrano promuovere esclusivamente forme culturali redditizie e basate su percorsi individuali, Decompression Gathering Summer Camp intende proporre un’alternativa cercando di rispondere alla seguente domanda: può l’atto di riunirsi insieme costituire la base per l’articolazione di nuove forme di mutual learning, communal living e pratiche artistiche di auto-organizzazione? L’intensa settimana sarà scandita da una serie di azioni condivise che combinano momenti di riflessione teorica, ad esperienze di esplorazione del territorio, all’organizzazione di situazioni di convivialità e socialità, fino al coordinamento collettivo delle mansioni quotidiane presupposte al mantenimento della vita di gruppo. L’esplorazione quotidiana e il conoscimento del territorio della Vallata del Mugello (FI), vasta area di grande interesse rurale-naturalistico nella provincia Fiorentina, costituirà il punto di partenza dellanostra esperienza artistica. Tutte le giornate inizieranno, infatti, con un’escursione nel territorio circostante con il doppio fine di approfondire da una parte la conoscenza del contesto socio-culturale nel quale saremo inseriti e dall’altra favorire occasioni esperienziali condivise in grado di mantenere un senso di gruppo. Accanto allo sviluppo di ciò che potremmo definire come “pratiche non verbali” (come il passeggiare o il leggere per esempio), Brett Bloom (Temporary Services) visiting professor di questa prima edizione, nonché artista impegnato sul fronte del social and collaborative practice, incoraggerà lo scambio tra i partecipanti attraverso group readings, film screenings, collective discussions, volti ad offrire ulteriori spunti di analisi sui temi sopra citati.

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

Il bando è rivolto a tutti i lavoratori della cultura (arti visive, architettura, grafica, design, etc). Le candidature dovranno pervenire con il materiale richiesto entro e non oltre il 30 Giugno 2012.
Per partecipare è necessario inviare i seguenti materiali a radicalintention@gmail.com indicando nell’oggetto della mail “DECOMPRESSION GATHERING SUMMER CAMP”:
– curriculum vitae (indicare nome, età, indirizzo, contatti mail e telefonici)
– lettera d’intenti (Max 500 parole). La lettera d’intenti dovrebbe includere le ragioni che ti hanno spinto ad applicare, come pensi che questa esperienza possa influenzare la tua pratica e anche i tuoi interessi nel lavoro di gruppo.

Per informazioni scrivere a radicalintention@gmail.com o visitare il sito http://www.conioloartplatform.net A seguito della selezione da parte del comitato selettivo ai candidati sarà chiesto di versare la somma di 100 euro non rifondabili (somma che poi verrà scalata dalla quota di partecipazione).
E’ necessaria una conoscenza della lingua Inglese.
L’organizzazione risponderà entro il 20 lugli 2012 sull’esito e l’accettazione della domanda.
Corniolo Art Platform fa parte della rete http://www.artinresidence.it, piattaforma dedicata ai programmi di residenza in Italia e all’estero per artisti e curatori, ideata e gestita da FARE.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Il costo di iscrizione è di 300 euro: nella quota è compresa l’iscrizione al corso, l’alloggio (7 pernottamenti), e tre pasti al giorno. La sistemazione è prevista su tre camere in condivisione con letti singoli (due triple e una doppia) con due bagni in condivisione.
Il numero massimo di iscritti è di 8 persone.

E’ importante ribadire che si tratterà di un’esperienza comunitaria. Per cui i pasti verranno preparati e consumati tutti insieme ed il pernottamento non prevede in nessun caso la sistemazione in stanze singole.
Il criterio di accettazione delle richieste privilegerà nell’ordine la lettera d’intenti, il curriculum ed infine la data di iscrizione.


Visiting Professor: Brett Bloom (Temporary Services – Chicago)

Brett Bloom è artista, scrittore, organizzatore e anche editore. Bloom è fondatore del gruppo Temporary Services, nato a Chicago nel 1998 è attualmente sparso tra Chicago, Copenhagen e Philadelphia. Le attività del gruppo comprendono: curare mostre, scrivere testi critici, organizzare interventi nello spazio pubblico, sostenere social justice movements e molto altro. La distinzione tra pratica artistiche e altre attività creative è irrilevante per il pensiero di Temporary Services. Il gruppo ha pubblicato oltre 90 tra booklets, newspapers, poster-booklets, e libri. Dal 2008 ha anche lanciato Half Letter Press, una casa editrice e un negozio online, per portare avanti i propri progetti editoriali e per costruire un’infrastruttura indipendente che promuove l’arte radicale e sperimentale.

Temporary Services ha pubblicato il libro Group Work (Printed matter, NY,2007) che investiga le pratiche collaborative nei gruppi artistici, musicali e attivisti. Il gruppo ha deciso d’intraprendere questa ricerca a causa della grande mancanza di materiale critico approfondito sul complesso tema del group-working. Nel 2009 ha anche pubblicato un newspaper At Work: A National Conversation About Art, Labor & Economics, che è stato distribuito in più di 90 città Americane così come al di fuori degli USA. Il fine del giornale era quello di raccogliere punti di vista critici sulle condizioni lavorative nel campo artistico e di mettere in discussione la dominanza del discorso economico di mercato sulla produzione artistica e sulle nostre stesse vite. Oltre alla collaborazione con Temporary Services, Brett Bloom lavora con diverse configurazioni collaborative come per esempio Mythological Quartet che fondono insieme arte, ecologia, e local urban issues. Nel 2005 Bloom ha co-editato un doppio libro Beltown Paradise/Making Their Own Plans (Whitewalls, Chicago, 2005) che ragiona sull’attività di 5 gruppi (Park Fiction, Resource Center/City Farm, Belltown P-Patch/Growing Vine Street/Cottage Park, City Repair, Can Masdeu) in 5 città diverse (Hamburg, Chicago, Seattle, Portland, Barcellona) i quali lavorano per spingere i residenti dei propri quartieri a trasformare lo spazio pubblico e a modificare le infrastrutture della città attraverso pratiche artistiche e attivismo creativo.

http://www.temporaryservices.org
http://www.halfletterpress.com

Per info e informazioni scrivere a radicalintention@gmail.com oppure visitare il sito http://www.cornioloartplatform.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...