Primavera Sound 2012

Juan, io ti odio. Juan, ti odio davvero. Non è stata di certo una giornata leggera. È cominciato tutto sul Malpensa Express. Un tizio, probabilmente un professore di qualche facoltà fuffa della cattolica (non voglio assolutamente dire che ci siano facoltà serie alla cattolica, n.b.), parlava al telefono. Porterò i miei studenti negli Stati Uniti. Non vengono tutti, certo (come rendere l’accento, e la o strascicata da “ io mangio il gelato da chocolat a Milano?”). Ma molti verranno. Molti verranno? Dio ne abbia la minima cura possibile. Che un male incurabile li colga!

Io odio quelli che odiano Malpensa. Non capiscono niente. Non hanno mai visto il terminal 2, probabilmente. Nemmeno col binocolo, immagino. Alla Malpensa abbiamo ricevuto una splendida notizia: hanno accreditato lo stipendio a Manuela. Di questi tempi ricevere lo stipendio non in ritardo è come vincere alla lotteria.

Abbiamo passato il volo con seduti davanti tre torinesi juventini con tanto di tuttosport: zarrissimi, pieni di gel, puzzavano di metropolitana. Abbiamo atteso il bus che portava in centro dall’aeroporto di Barcellona in compagnia di una paranoica che sembrava preoccuparsi solo ed esclusivamente del biglietto per il ritorno rompendo i coglioni al marito. Ho iniziato, lo ricordo perfettamente, a battere i palmi delle mani sulle orecchie come facevo da bambino quando non volevo sentire mio padre dire le parolacce. Stai zitta. Stai zitta e siediti. Stai cazzo zitta! Mi sono dimenticato di aggiungere che dal t1 al t2 della Malpensa, sul bus, mi son dovuto sorbire le teoria di una deficiente sul recente e tragico (tragico davvero) terremoto in Emilia. Certe stronzate non le ripeto neanche, ci mancherebbe altro. Secondo lei non era normale tutto questo. Secondo lei, aggiungo io, nulla è normale. Voleva assolutamente vederci più chiaro. Non dico che siano i Maya, no, però. Però cosa, dimmi?

Certe persone ti fanno (ragionevolmente) pensare che la connessione ad internet dovrebbe essere concessa solo dopo un attento esame. Un attentissimo esame. Un esame scrupolosissimo.

Siamo finalmente arrivati a Barcellona e ci siamo diretti alla nostra stanza. Il nostro albergo è davvero figo. In questo momento sono seduto a gambe incrociate sul balcone, tipo i nativi americani, a scrivere tutte le vaccate che state leggendo. Se per voi non è un problema non avere il bagno in camera, L’Hostal Delfos è quello che fa per voi. Per 20 soldi al giorno a testa vi beccate una stanza privata, un lavandino, e uno di quei letti che Napoleone Bonaparte ha pubblicizzato in giro per l’Europa al fine di “far fare più figli alla gente” (in Francia li chiamano grand lits, anche se starebbero stretti ad un qualunque cinno di anni otto.).

Ho chiesto ad un cartolaio se “pequeño” fosse davvero spagnolo. Non so perché, ma ero onvinto fosse portoghese. Abbiamo passato un’oretta e mezza con Juan. Juan mi ha avvelenato. Juan ha un bar di fronte al Parc del Forum (luogo della venue.) e si grattava le mani. Juan si è innamorato della mia ragazza. Juan mi ha offerto (O F F E R T O: per i frequentatori dell’old fox pub di piazza santagostino) tre giri di uno strano liquore giallo che, per quanto ne so io, potrebbe essere qualunque cosa. Eravamo andati al forumi convinti di poter “collect” i nostri braccialetti di ingresso al festival. In realtà ci han detto che dovevamo tornare da dove eravamo venuti. Lo abbiamo fatto. Quello che non sapevamo e che da dove eravamo arrivati partiva una coda che arrivava fino a Caltanisetta. Ho detto ad un uomo che lo amavo, due volte, comprando quattro Estrella.

Questa roba non è nemmeno metà della coda che c’era.

Posso mettere 2.000.000 di foto, ma non capirete mai quanto fosse lunga quella coda.

Poi finalmente mi hanno ammanettato.

A domani, merdacce.

Annunci

One thought on “Primavera Sound 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...