Weekend col morto – James Paul Moody

James Paul Moody: seduto in basso a sinistra.

Di questi tempi di crociere sfortunate e riedizioni in 3D di film su crociere sfortunatissime, il morto della settimana è James Paul Moody. Oggi è il centenario della sua morte, nonché il centenario del naufragio della RMS Titanic (sì, Kate Winslet e Di Caprio, ma non parliamone più).

James Paul nasce a Scarborough, North Yorkshire, New England nel 1887 (esattamente cento anni prima di me) e muore, presumibilmente, nell’acqua gelida per ipotermia, nella notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912 (esattamente cento anni fa). Il corpo non è mai stato ritrovato o, qualora fosse stato ritrovato, non è mai stato riconosciuto.
Quindi diciamo un po’ come sono andate le cose per il nostro povero amico, immaginiamo di essere improvvisamente catapultati cento, anzi centouno, anni fa. James Paul esce dalla King Edward VII Nautical School di Londra nell’aprile del 1911. Fresco di scuola naviga per quattro anni sulla Boadicea, sopravvivento a una terribile notte di tempesta, in cui persero la vita due marinai, di cui uno quasi certamente suicida. Si iscrive, in seguito, nelle file della White Star Line, prestando inizialmente servizio sulla RMS Oceanic. Fin qui tutto bene.
Tra i porti toccati nei suoi frequenti viaggi, quello di New York fu quello che gli diede forse più amicizie, tanti che restò sempre in contatto coi suoi amici Yankee, Selby in particolare, con che aveva conosciuto frequentando la Seamen’s Mission.
Selby invita Moody a visitare con lui Parigi, nel marzo del 1912. Benissimo, fin qui.

La richiesta di James di poter partire viene respinta: è stato trasferito sulla RMS Titanic che salperà il 12 aprile del 1912.
Col grado di sesto ufficiale, e un salario non particolarmente elevato, è lui a ricevere la chiamata d’allarme alle 23:40 del 14 aprile: – “Cosa vedi?” – “Iceberg a dritta!”

Dopo aver aiutato i passeggeri a salire su alcune scialuppe, lascia il posto al quinto ufficiale Lowe che sarebbe dovuto restare sulla nave perché di grado superiore. L’ultima volta che James Paul Moody è stato visto si stava lanciando dal ponte in mare.

Annunci

One thought on “Weekend col morto – James Paul Moody

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...