Top 5 – I film più brutti della storia del cinema

Posizione numero 5: South Kensington

L’esterofilia è un vizietto che in Italia imperversa da secoli. L’apice dell’atroce si raggiunge quando all’ammirazione incondizionata si unisce il desiderio di imitazione, che genera, a volte, i peccati più immondi: dal tragico romanticismo di certa prosa, dalle boyband ad imitazione americana (come gli indimenticati Ragazzi italiani, poi sbaragliati dagli eccellenti Neri per caso), alle abitudini gergali di adolescenti acneici (“Bella, bro!” – ti spacco la testa. Sì, sono un hater, un sucker e un loser. LOL, eh).

Proprio a questa categoria di prodotti del genio italiota appartiene l’indiscutibile successo South Kensington, pellicola del 2001. L’ennesima fatica di Carlo Vanzina non ha niente da invidiare ai suoi fratellini cinepanettoni: bionde tettone, comparsate a caso (Elle Macpherson cerca di recitare, ma non ce la fa nemmeno doppiata), risate prevedibili ecc. ecc.

Ciò con cui ha voluto stupirci l’ottimo Carlo, però, è l’ambientazione londinese, che avrebbe avuto il compito di trasformare la comicità facilona in humor britannico, di tramutare una merda di commedia all’italiana degna del peggior Boldi in una delicata (ma ilare) commedia quasi romantica inglese. Una tragedia. Al quinto posto solo perché Rupert Everett è bello.

Nota: il protagonista è l’Enrico Brignano (Martellone de noatri) che ora si dà arie da fine attore di satira politica.

Posizione numero 4: Il patto dei lupi

Che il marito di Monica Bellucci non potesse essere una cima l’avevamo intuito tempo fa (forse proprio il giorno del “fatidico sì”), ma un film del genere è inaspettato ed inaccettabile per uno che ha l’immeritato merito di aver recitato in La Haine.

Bellucci: non si capisce cosa stia facendo. Nemmeno avendo visto il film.

La trama dovrebbe essere basata sulla vicenda della Bestia del Gévaudan, che aveva già ispirato  La Bestia  di Walerian Borowczyk (io non l’ho visto). Gli unici ricordi che ho dei 142 minuti elettrizzanti girati da Christophe Gans sono: una belva orridamente disegnata e animata, tipo peggio dei Power Rangers; il nostro bel tenebroso (Vincent Cassel, appunto), dalla faccia spigolosa e sudaticcia, molto virile, che si aggira come un rincoglionito per la foresta, sbraitando ordini sconnessi a luridi villici; la tettoruta Monica, che recita nel film insieme al consorte; il muro della mia stanza, che ho deciso di fissare dalla seconda metà del film in poi.

Eccone un assaggio: http://www.youtube.com/watch?v=-fy04BflCSA

Posizione numero 3: Shottas

A dire il vero un gradino sotto allo stupendo Third World Cop, ma comunque una pellicola di indiscutibile pregio, davvero godibile. L’undicesimo figlio di Bob Marley (Ky-mani), Spragga Benz e Wyclef Jean ci insegnano come i giamaicani sappiano essere molto più terroni di italiani, maghrebini e andalusi messi insieme. Sbandierando la consueta trafila di donnine pronte a soddisfare i più primitivi istinti maschi, i nostri tre si producono in una serie surreale di sparatorie, che, a dire il vero, riesce nel compito di intrattenere lo spettatore. Probabilmente il merito è anche di tutti quei muscoli e di tutte quelle sudicie canottierine, che mi fanno sciabordare gli estrogeni.

Due le scene chiave: 1) dal punto 0:27:31  un’amica di Ky-mani ci insegna come cavalcare una moto da vera signora; 2) dall’ 1:14:00sesso in doccia.

Guardatele qui: http://www.youtube.com/watch?v=TigEPEbbFbo

Bob avrebbe dovuto dare più scapaccioni ai figli.

Posizione numero 2: Alex L’Ariete

Alex l'ariete - locandinaPerla delle perle, questo film riesce ad appassionare come solo un autentico classico sa fare. Comico, tragico, thriller e sentimentale ad una volta, inchioda lo spettatore al divano soprattutto grazie alla magistrale interpretazione di un concentratissimo Alberto Tomba, coadiuvato da una fresca e credibile Michelle Hunzicker. L’abbiamo visto tutti (almeno fra i nati prima del ’90), ogni commento è superfluo.

Di seguito il link per quei pochi, ignoranti teenagers che se lo fossero perso: http://www.youtube.com/watch?v=UXf6w9iyU4Q

Posizione numero 1: Troppo Belli

Un film talmente brutto da non fare nemmeno ridere, nulla a che vedere con l’involontaria comicità di Moccia, o del sopraccitato Damiani.

Troppo belli

Troppo belli.

Le spiccate capacità recitative di Costantino (Vitagliano) e Daniele (Interrante) trovano espressione nella pellicola che racconta le vicende di due baldi tamarroni con ambizioni da modelli. I protagonisti rubano cuori nella periferia di Terni e, tra un allenamento in palestra e una lampada, cercano di farsi strada nel mondo della recitazione, ma si ritrovano vittime di un tentativo di truffa.

Femmine di zarra che rubano le mutande stese ad asciugare, amore vero, abbronzatura e muscoli.

Lettura di contestualizzazione consigliata: Costantino desnudo, Maestrale Company-Lele Mora, 2004; con preziosa Introduzione di Maurizio Costanzo (ideatore e sceneggiatore del capolavoro).

Solo per voi, una parte del film: http://www.youtube.com/watch?v=PDbqXaWzRC8

Annunci

12 thoughts on “Top 5 – I film più brutti della storia del cinema

    • Nicola, non per niente è al primo posto. Taluni affermano si tratti di neorealismo, sicuramente è un film coraggioso.

  1. si è vero ci vuole un bel coraggio a mettere insieme una sequenza di fotogrammi ,per ottenere una storia già vista.ma secondo me i più arditi sono coloro che l’hanno visto.
    comunque sia bell’articolo.

  2. Mi rendo conto solo ora dell’aberrante scelta di inserire in questa scellerata top5 Shottas.
    Per quanto mi riguarda non solo sei passibile di una denunica, un processo e una condanna terrena, ma, in qualsiasi configurazione si predisporrà la vita ultraterrena per questa sola cosa tu meriti di finire nello scolo-lavandino escatologico.

    Shottas è un capolavoro da inserire nei Manuali alla voce “negritudine”.

  3. Oddio Maz, ho visto Streghe Verso Nord di Veronesi. Spettacolo puro, almeno da sezione “Un certain regard”. Ti lascio il brivido di scoprire chi è il protagonista, sappi che al confronto Tomba è Laurence Olivier.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...